Creta, le 20 spiagge da vedere / seconda parte

Dove si trovano, quanto costano le attrezzature, perché valgono la visita.

Ma quante sono le spiagge di Creta? Chissà se qualcuno le hai mai contate. Io avrei voluto vederle tutte, ma ovviamente sarebbe stato impossibile. Così ho escluso quelle più turistiche, perché non amo la folla e le spiagge con troppe strutture per turisti e ho cercato di godermi le altre il più possibile. Questa è la seconda parte della mia personale Top 20. La prima parte è qui. Sono stata a Creta nell’agosto 2014, così posso dirvi con certezza che anche in alta stagione trovare angoli economici e senza troppi turisti è possibile.

Ecco le mie spiagge preferite dalla 11 alla 20, comprese di prezzi e zone in cui trovarle.

11. KALAMAKI
Spiaggia attrezzata in una zona non troppo conosciuta del sud di Creta, che però sta diventando meta sempre più frequentata dai turisti.

Questa è sicuramente la spiaggia più amata di questa zona e la maggiora parte dei ristoranti che si affacciano sulla spiaggia offrono ombrellone e lettini gratuiti ai propri clienti: una bella occasione senz’altro per trascorrere una giornata di totale relax in spiaggia.

Per me è comunque un po’ troppo turistica, ma così bella da non poter evitare di inserirla in una posizione alta della classifica.

La mia opzione è stata quella di godermela al crepuscolo e al tramonto, quando torna ad essere deserta ed è il luogo ideale dove sorseggiare un drink ammirando il sole che tramonta nel mare.

Zona: Creta sud.
Spiaggia: sabbia gialla.
Prezzo: compreso nel prezzo di un pranzo in uno dei tanti ristoranti sulla riva.

12. AYOS PAVLOS
Preparatevi a percorrere una lunga strada, asfaltata sì, ma non troppo larga e con numerosi tornanti, superando le montagne che separano la statale dalle spiagge a sud dell’isola.

Provenendo da Aya Galini, sulla statale girate a sinistra verso Saktòuria (Ayos Pavlos non è segnalata). E poi armatevi di pazienza e procedete per una mezz’oretta circa.

In una stretta insenatura si trova questa spiaggia, caratterizzata da una sabbia sottile di colore nero. L’insenatura è stretta, gli ombrelloni pochi: conviene arrivare al mattino presto se volete disporre di attrezzature.

Il luogo però vale il viaggio: dopo aver percorso tutta quella strada costeggiando brulle colline e rocce, non sembra possibile che esista una qualche forma di vita e di abitazione.

E invece Creta riesce a stupire ancora.

Zona: Creta sud
Spiaggia:
sabbia nera
Prezzo:
6 euro ombrellone e due lettini

13. KATO ZAKROS
Lo dico subito: il villaggio di Zakros, all’estremo est dell’isola di Creta è il mio posto del cuore sull’isola.

Pochissimi turisti arrivano fin qui, dove ancora si può vivere la vita reale del villaggio greco, insieme agli anziani che affollano i bar sulla piazza fino a tarda sera per chiacchierare e mangiare meze.

Dal paese, a qualche chilometro di distanza, c’è Kato Zakros (Zakros bassa), con la sua spiaggia di sabbia e piccoli ciottoli e i resti archeologici del palazzo di Zakros alle sue spalle.

Si possono affittare ombrelloni e ci sono chioschi e qualche taverna, ma la maggior parte della spiaggia e libera e selvaggia, un vero paradiso.

Zona: Creta est
Spiaggia: sabbia e piccolo ciottoli
Prezzo: la maggior parte della spiaggia è libera
Dove mangiare: Taverna Nikos Platanikis

14. KOUREMENOS
Amate il windsurf? Questa è la spiaggia che fa per voi e probabilmente già la conoscete almeno di fama, a giudicare dal numero di surfisti di ogni nazionalità che si ritrovano in questo suggestivo lembo di sabbia consumato dai venti.

Prendere il sole qui è quasi impossibile, a meno che non siate dotati di tenda o cerchiate un po’ di riparo sotto i pochi alberi.

Qui si viene per fare surf (tavole anche a noleggio) o per guardare le evoluzioni dei surfisti. Anche se non siete appassionati, infatti, vi garantisco che lo spettacolo vale il viaggio.

C’è un po’ di sterrato da fare per arrivare fino alla spiaggia.

Zona: Creta est
Spiaggia: sabbia gialla mista a terra
Prezzo: spiaggia libera
Dove mangiare: pranzo al sacco, non ci sono punti di ristoro a ridosso della spiaggia

15. VAI
È la famosa spiaggia di palme di Creta: questo è ritenuto l’unico palmeto selvatico indigeno d’Europa. Come non andare a vederlo? Impossibile, anche se ormai la spiaggia è decisamente turistica.

Se siete in alta stagione, l’unica alternativa è arrivarci entro le 10 del mattino, così sarete liberi di decidere se fermarvi a prendere il sole qui o limitarvi a fare una passeggiata nel palmeto.

In entrambi i casi, è d’obbligo salire fino in cima alla scala di legno che trovate all’entrata della spiaggia, sulla destra: il panorama migliore di Vai si vede da lì. Le palme sono specie locali e conferiscono a questo luogo un aspetto davvero esotico.

Se riuscite a stare distesi in riva al mare nel silenzio della mattina o della sera, davvero lo scenario è tropicale.

Vi sconsiglio invece di mangiare qui: di ristoranti e ne sono moltissimi, ma sono tutti estremamente cari rispetto alla media e i piatti hanno l’aspetto di essere quanto di più turistico si possa trovare in giro.

È l’unica spiaggia che ho visitato in cui si paga anche il parcheggio.

Zona: Creta est
Spiaggia: sabbia bianca sottile
Prezzo: 7 euro ombrellone e lettini +2 euro parcheggio

16. MATALA
Conosciuta come la spiaggia degli hippy che vivevano nelle grotte, le uniche persone che conducono stili di vita alternativa oggi sono alcuni nostalgici che probabilmente ritornano a visitare il luogo che hanno certamente molto amato in gioventù.

Matala però continua a cercare di mantenere viva questa tradizione con numerosi negozi di souvenir, street art e decorazioni a tema, che mettono allegria non appena si arriva nella vivace cittadina.

Se amate i locali sul mare dove fare festa fino a tardi, siete arrivati nel posto giusto.

Se, come me, apprezzate le spiagge più isolate, il mio consiglio è di fermarvi a prendere il sole a Kommos (tra le prime 10 di questa mia Top 20) e venire a Matala per l’ora dell’aperitivo.

Potrete così apprezzare il romanticismo di Matala e ammirare la splendida mezzaluna di sabbia circondata dalle leggendarie grotte all’ombra di uno degli accoglienti bar sul mare (preferite quelli verso il porto, da lì il panorama verso l’insenatura è migliore).

Zona: Creta sud
Spiaggia: sabbia finissima gialla
Aperitivo: Dancing bar Marinero

17. MYRTOS
Questo incantevole paesino sulla costa orientale di Ierapetra cela una spiaggetta piccola ma assolutamente deliziosa.

La zona non è eccessivamente turistica e anche in alta stagione si può trovare qualche angolo di pace e respirare la vita di paese che riesce ancora a mantenere la sua autenticità.

La lingua di spiaggia è abbastanza lunga anche se piuttosto stretta. Si possono affittare ombrelloni e lettini o trovare qualche piccolo angolo di spiaggia libera.

Dietro la spiaggia si estende un pittoresco lungomare su cui si affacciano ristoranti e negozietti.

Bel posto anche solo per una sosta mentre si attraversa la costa sud.

Zona: Creta sud
Spiaggia: piccoli ciottoli
Dove mangiare: Myrtos taverna

18. STAVROS
Alzi la mano chi non ha mai sognato di ballare sulla spiaggia di “Zorba il greco”. A Creta, se non siete timidi, potete realizzare facilmente questo sogno.

La spiaggia di Stavros, conosciuta ormai come la spiaggia di Zorba, è facilmente raggiungibile in auto percorrendo la penisola di Akrotiri, a nord di Chania.

La spiaggia è spesso affollata e, a dire il vero, la sabbia non è molto diversa da molte altre comuni spiagge.

L’interesse, oltre che dalla fama dovuta al film, è più di tipo naturalistico. Alle spalle della spiaggia si erge una tonda collina (denominata la montagna di Zorba) e c’è una grotta in cui si trovava un antico santuario.

Ma quello che colpisce forse di più è il colore dell’acqua, che va dal blu al verde e assume un’intensità vista a ridosso di poche altre spiagge.

Chi vuole fuggire la folla, ma anche gli ombrelloni, può stendersi al sole sulle rocce piatte che arrivano fino al mare, alla sinistra della spiaggia.

Zona: Creta nord
Spiaggia: sabbia fine gialla e rocce piatte
Dove mangiare: Zorba’s

19. PALEOCHORA: SANDY E PEBBLE BEACH
Sono le sorelle più turistiche della spiaggia di Souyia (nella prima parte della Top 20).

Sandy beach è rivolta a ovest, è ampia e sabbiosa, con suggestivi alberi di tamerici e ogni attrezzatura che si possa desiderare. Il paese alle sue spalle è molto bello e non ancora eccessivamente turistico. La spiaggia è davvero ampia, quindi si può scegliere tra la zona attrezzata, ma anche usufruire di qualche spazio libero. Ci sono docce e chioschi vari per il ristoro.

Pebble beach è rivolta a est, meno appariscente ma più riparata dal vento.

Le spiagge di Paleochora sono un’ottima alternativa per chi vuole una spiaggia ancora non troppo invasa dal turismo di massa ma dove si può godere di tutti i servizi.

Zona: Creta sud
Spiaggia: sabbia fine gialla e piccoli ciottoli
Dove mangiare: Taverna Inochoos

20. TOBROUK
Ho voluto inserire questa spiaggia perché mi sono messa nei panni dei tanti che, come me, sono rientrati a casa con un volo che partiva dall’aeroporto di Heraklion in serata.

Che fare prima di andare in aeroporto? Questa spiaggia scoperta per caso, non segnalata in alcuna guida, è davvero a pochissima distanza dall’aeroporto, è frequentata dalle famiglie locali, anche perché ha una sorta di spazio comunale.

Nonostante sia una grande spiaggia pubblica, è bellissima, e questo la dice lunga sulle spiagge dell’isola.

Un ultimo tramonto qui è un bellissimo saluto a questa isola ricca di magia, di storia e di bellezza.

Zona: Creta nord
Spiaggia: sabbia fine gialla

E voi, quali spiagge di Creta avete visto?

Siete state in qualcuna del mio elenco?

Cambiereste la classifica?

Scrivete nei commenti le vostre preferite!

Giornalista e blogger, non riesce ad immaginare una vita senza viaggi per scoprire nuovi luoghi, conoscere culture diverse, provare sapori di ogni genere. Ama l'arte, la natura, la fotografia, i libri e il cinema. Appassionata di Balcani e di Europa dell'Est, sogna l'Australia e spera di riuscire a vedere tutto il mondo possibile.

Commenti

6 Commenti
  1. pubblicato da
    robe da gatti
    Mag 18, 2015 Reply

    Complimenti per il blog nuovo nuovo e in bocca al lupo per la nuova avventura! Lavorone! Il blog e… i viaggi :-)! Magnifiche foto, ma questo già lo sai 😉

    • pubblicato da
      RitagliDiViaggio
      Mag 18, 2015 Reply

      Grazie davvero di cuore! Che bello che hai lasciato un commento 🙂

  2. pubblicato da
    Monica I Viaggi di Monique
    Apr 17, 2016 Reply

    Non ho avuto modo di visitare la zona nord di Creta, ma le spiagge del sud, abbandonato il caos di Malia, sono una vera perla.
    Avrei voluto avere più tempo da dedicare a quest’isola, che in effetti è davvero grande.
    Ottimi spunti con questa lista nel caso di un ritorno.
    Monica I Viaggi di Monique

    • pubblicato da
      RitagliDiViaggio
      Apr 17, 2016 Reply

      Anch’io, dovendo scegliere, ho evitato il nord e ho cominciato l’esplorazione da est, verso Zakros, che è quella più selvaggia e meno turistica e che ho amato molto. E poi il sud, stupendo! Non sono riuscita ad andare a Balos purtroppo, ma l’isola è davvero grande e merita moltissimo! Felice se troverai qualche spunto per un tuo prossimo viaggio ? e grazie per il tuo bel commento.

  3. pubblicato da
    Teresa
    Apr 26, 2016 Reply

    Complimenti per il blog… e grazie per i suggerimenti, davvero utilissimi!

    • pubblicato da
      RitagliDiViaggio
      Apr 26, 2016 Reply

      Grazie mille per i complimenti e per aver lasciato un commento! Mi fa davvero felice che i suggerimenti ti possano essere utili. ?

Rispondi

Le foto dei miei viaggi in tempo reale

Vuoi vedere i luoghi più emozionanti dei miei viaggi quasi in tempo reale? Seguimi su Instagram, dove pubblico le foto più significative dei luoghi in cui mi trovo in quel momento o che ho visitato di recente.

Seguimi su Instagram