Le spiagge di Cipro amate dalle tartarughe

Turtle nest. Do not disturb. In estate le tartarughe marine di Cipro ti accolgono così: con i loro nidi messi in sicurezza sulle spiagge dai ricercatori e dai volontari che si occupano di tutelare queste specie in via di estinzione. Sulla terza isola del Mediterraneo le tartarughe comuni (caretta caretta) e le tartarughe verdi possono ancora trovare un habitat poco urbanizzato per riuscire a riprodursi.

Il periodo di deposizione avviene soprattutto nel mese di maggio, quando le tartarughe escono dal mare, risalgono la spiaggia e scavano una buca in cui depongono le uova. Fino a fine agosto si possono quindi osservare i nidi protetti dai volontari del progetto di tutela grazie ad una speciale copertura che segnala ai visitatori della spiaggia la presenza di un nest (nido). Se si è fortunati, c’è anche la possibilità di partecipare ad un’escursione notturna. Ogni nido viene contraddistinto da un numero identificativo e dalle sue coordinate geografiche, in modo da poter essere identificato e facilmente ritrovato.

Da settembre in poi, le uova si schiudono e i volontari, quando vedono che sotto la sabbia qualcosa comincia a muoversi, cominciano a scavare per aiutare i piccoli ad uscire e a dirigersi verso l’acqua.

Uno dei principali siti di nidificazione è la spiaggia di Alagadi, a Cipro Nord. Qui c’è un centro visite dove lavorano una ventina di volontari a rotazione. Qui è possibile sostenere il progetto acquistando qualche oggetto nel negozio di merchandising o adottando un nido di tartaruga. E vi pare che io potevo lasciarmi scappare questa occasione?

Le volontarie – due studentesse inglesi a Cipro per un progetto di ricerca della loro università – ci hanno spiegato che attualmente lungo tutta la costa in 5 spiagge ci sono circa 300 nidi che ospitano complessivamente un migliaio di uova. Ne sopravviveranno più o meno la metà.

cipro spiagge

Le spiagge delle tartarughe

ALAGADI – CIPRO NORD

È una grande spiaggia che si trova a Cipro Nord, a circa 20 chilometri da Girne/Kirenya. Qui si trova anche la base del Turtle Project con l’ufficio informazioni. Il personale sarà lieto di darvi tutte le informazioni sul progetto. Qui potrete anche adottare il vostro nest (nido di tartaruga), comprare qualcosa al bookshop o lasciare un’offerta per la salvaguardia delle tartarughe.
La spiaggia è davvero stupenda al tramonto!

Accessi alla spiaggia: sono due e sono entrambi ben segnalati dalla statale, da cui è sufficiente seguire il cartello “Alagadi”. La spiaggia più grande è quella più distante da Girne, a cui si accede seguendo dalla statale il cartello per il beach bar Turtle Paradise.
La spiaggia è aperta dalle 8 del mattino alle 8 di sera, in modo da non disturbare le tartarughe che escono di notte dal mare.
I bagnanti sono accettati, ma non ci sono attrezzature.

Sui nidi di uova c’è il cartello della Società di Protezione delle Tartarughe (SPOT) di Cipro Nord che invita a evitare di rimuovere la copertura e spiega che sotto la sabbia una tartaruga ha depositato le sue uova. Sulla Lonely Planet c’è una breve intervista a uno dei responsabili del progetto che descrive il luogo – il secondo come importanza nel Mediterraneo –  e spiega come partecipare a un’uscita per osservare le tartarughe. Sono accettati soltanto piccoli gruppi di 10 persone e le escursioni sono notturne.

LARA – REPUBBLICA DI CIPRO

La famosa spiaggia di Lara si trova nella Repubblica di Cipro, sulla penisola di Akamas, a una decina di chilometri a nord di Pafos. È una spiaggia è molto ampia e selvaggia, caratterizzata da rocce calcaree a breve distanza, uno dei luoghi assolutamente da vedere a Cipro. Sulla spiaggia non ci sono centri visite.

Accesso alla spiaggia: la spiaggia è accessibile da un facile e breve sterrato. Per raggiungerla è sufficiente percorrere la strada costiera verso nord da Pafos e seguire le indicazioni per la penisola di Akamas. Si può parcheggiare prima delle dune che separano la strada sterrata dalla spiaggia e scendere a piedi fino al mare. È uno dei punti di accesso alla penisola di Akamas, dunque è facile vedere da queste parti escursioni in jeep e fuoristrada. Molto pochi sono i bagnanti che si fermano a lungo sulla spiaggia, forse perché priva di attrezzature, come tutte quelle in cui nidificano le tartarughe, e il mare è spesso abbastanza agitato.

I nidi con le uova sono protetti da una gabbietta con il messaggio “Turtle nest. Do not disturb” del Dipartimento di ricerca marina che segue il progetto in questa zona dell’isola.

COME ADOTTARE UN NIDO E SOSTENERE IL PROGETTO

Dove: nel centro informativo della spiaggia di Alagadi.

Quanto costa: 30 euro (il cartello sulla spiaggia segnala 25 ma non è aggiornato).

Cosa prevede: la scelta del nido da adottare tra quelli liberi, la scelta del nome da dare al nido, la scelta del tipo di nido (tartaruga comune o tartaruga verde), il certificato di adozione spedito via e-mail, le informazioni sul percorso fatto dal nido adottato (quando si è schiuso, quante uova contiene e quanti piccoli sono sopravvissuti). Sarete anche invitati alla schiusa delle uova, magari poterci andare davvero!

Il nido di Ritagli di Viaggio
Abbiamo adottato un nido di tartaruga verde, lo abbiamo chiamato Sofia e nella foto puoi vedere il certificato con le coordinate geografiche della sua ubicazione. E ora vedremo quante uova contiene e quante si schiuderanno. Lunga vita alle tartarughe marine di Cipro!

Ecco il mio certificato di adozione

E per finire… una bellissima galleria di immagini di Luca Marzocchi, appassionato viaggiatore che, lo scorso settembre insieme alla sua famiglia, ha visitato Cipro Nord e ne è rimasto affascinato. Luca ha avuto la possibilità di assistere al salvataggio di una tartarughina verde da parte dei volontari, come scrive nel commento a questo post, e mi ha fatto il bellissimo regalo di inviarmi le foto per pubblicarle in questo post. Grazie mille per questa bellissima testimonianza!

Giornalista e blogger, non riesce ad immaginare una vita senza viaggi per scoprire nuovi luoghi, conoscere culture diverse, provare sapori di ogni genere. Ama l'arte, la natura, la fotografia, i libri e il cinema. Appassionata di Balcani e di Europa dell'Est, sogna l'Australia e spera di riuscire a vedere tutto il mondo possibile.

Commenti

2 Commenti
  1. pubblicato da
    LUCA MARZOCCHI
    Set 12, 2016 Reply

    Con tutta la famiglia, moglie e 2 figlie di 12 e 10 anni, siamo stati nella spiaggia di Alagadi agli inizi di Settembre 2016. La spiaggia è molto grande e il mare è molto bello. Come in molte parti dell’isola il tutto è alquanto spartano..per 10 Lire turche..3€, nel vicino ristorante, dove si mangia molto bene a prezzi economici, ti danno un ombrellone e ti piazzi un po dove vuoi. Dopo le 16:00 i ragazzi volontari partono dalla loro sede, noi abbiamo deciso di partire con loro dalla loro sede ma si possono tranquillamente aspettare in spiaggia e raccolgono chi vuole assistere al lavoro che fanno sui nidi. Scavano per cercare le uova e capire come mai non si sono schiuse nei tempi previsti e cercare eventuali tartarughine che per svariati motivi non sono riuscite ad uscire dal nido. Noi abbiamo avuto la fortuna di assistere al salvataggio di una piccola tartarughe verde e devo dire che è stata una bellissima emozione sia per noi grandicelli che per le nostre figlie, non nego che una piccola lacrimuccia mi è scappata. I ragazzi sono fantastici e vanno aiutati per questo incredibile lavoro che fanno. Per poter assistere alle “hatchlings to release” ( il momento in cui escono dal nido le tartarughe ) ci si deve prenotare e vegliare con loro tutta la notte. Da fare? Si assolutamente…una delle tante emozioni che Cipro Nord regala!

    • pubblicato da
      RitagliDiViaggio
      Set 12, 2016 Reply

      Ma che bello! Sì dev’essere stata una fantastica esperienza assistere al lavoro dei volontari! Se ne hai e ti va mandami qualche foto via mail info@ritaglidiviaggio.it così le pubblico nel post, citando ovviamente la fonte e la tua storia. Cipro è magica anche per questo tipo di esperienze!

Rispondi

Le foto dei miei viaggi in tempo reale

Vuoi vedere i luoghi più emozionanti dei miei viaggi quasi in tempo reale? Seguimi su Instagram, dove pubblico le foto più significative dei luoghi in cui mi trovo in quel momento o che ho visitato di recente.

Seguimi su Instagram