Lombardia on the road: da Monza al lago di Como

Che fare se siete a Milano e avete almeno una giornata di totale libertà? Invece che oziare in città, una bella idea potrebbe essere fare un’escursione in giornata per andare alla scoperta di alcuni dintorni poco apprezzati e fare un salto sul lago di Como. Vi propongo un itinerario della Lombardia on the road, spaziando nell’arte e nell’architettura alla scoperta di Monza e della sua villa Reale e arriva fino a Bellagio, uno de paesi più noti sul lago di Como, dove rilassarsi prima di rientrare in città. Ovviamente se invece di una sola giornata ne avete due potrete prendervela più comoda.

Lombardia on the road: Monza

Da Milano, Monza si raggiunge in poche decine di minuti d’auto e la città è una prima tappa deliziosa per la colazione e una passeggiata ad ammirare il magnifico Duomo. Il cuore del centro storico è piazza Roma, in buona parte isola pedonalizzata. Sulla piazza si affaccia l’Arengario, l’antica sede comunale, costruito nel 1290 e molto suggestivo grazie al portico aperto ad archi gotici e un balcone a baldacchino, costruito nel 1380 e da dove si promulgavano le leggi. La torre campanaria ha merli ghibellini che risalgono al XV secolo.

Con pochi passi si arriva sulla piazza del Duomo dove lo sguardo è rapito dalla splendida facciata, scandita da marmi bianchi e verdi provenienti dalla Val d’Ossola. Impossibile non indugiare ad osservare le proporzioni architettoniche dell’edificio sacro. Bifore, trifore e oculi incorniciano il grande rosone al centro, con formelle di motivi a fiori, stelle e mascheroni, capolavoro dello scultore ticinese Matteo da Campione, autore originario dl duomo. Il protiro è appoggiato su colonne, mentre il piedistallo sorregge la lunetta del portale di cui è obbligatorio ammirare il bassorilievo del 1319 con scene sacre. Prendetevi un po’ di tempo per dare uno sguardo all’interno almeno all’evangelario nella sesta campata della navata centrale riutilizzato nel ‘700 come tribuna d’organo che ospita 14 nicchie con santi e apostoli e il prezioso altare maggiore settecentesco in marmo, bronzo dorato con inserti di lapislazzuli.

lombardia on the road
lombardia on the road
lombardia on the road

Lombardia on the road: la Reggia di Monza

La Villa Reale, conosciuta come Reggia di Monza, fu costruita come residenza di vacanza del governatore della Lombardia asburgica, l’arciduca Ferdinando, figlio dell’imperatrice Maria Teresa. Costruita su progetto di Giuseppe Piermarini a fine Settecento secondo forme neoclassiche, la villa è monumentale e presenta la tradizionale forma a U.

Negli ultimi anni è stata interessata da una grande operazione di restauro e io ho avuto la fortuna di visitarla un po’ di tempo fa, quando ancora si potevano vedere i restauratori all’opera in alcune stanze. Al piano nobile si trovano gli appartamenti della famiglia reale, eletti a sede preferita di residenza dal re d’Italia Umberto I e dalla moglie Margherita fino all’assassinio nel sovrano, a Monza nel 1900. Nelle stanze abbondano stucchi e decorazioni sui soffitti e le pareti. Bellissima la biblioteca con parquet policromi e l’appartamento della regina dove si trovano alcune delle stanze più suggestive, come la sala dei Quadri, la sala del Biliardo e la sala della Pendola.

Imperdibile una passeggiata nell’immenso giardino reale, dove vi verrà voglia di stendervi sull’erba verde all’inglese o all’ombra di uno dei tanti frondosi alberi, disposti su tutta la superficie e che incorniciano piccoli corsi d’acqua, un laghetto e lungo i sentieri. La tentazione sarà di trascorrere in questo luogo incantevole molte più ore di quelle che avevate messo in programma.

L’ingresso al parco e ai giardini è gratuito. La villa è aperta dal martedì alla domenica dalle 10 alle 19 e il venerdì fino alle 22. Il lunedì è chiusa.

lombardia on the road
lombardia on the road
lombardia on the road

Lombardia on the road: Bellagio sul lago di Como

Bellagio è una delle località più note del lago di Como, conosciuto come la “Perla del Lago”, perché è uno dei posti più belli e romantici. Se avete poco tempo e volete fare almeno una passeggiata ad ammirare incantevoli panorami sul lago, Bellagio si trova proprio tra i due rami del lago e può essere la località perfetta per trascorrere qualche ora prima di rientrare a Milano.

Situato a ridosso del promontorio che divide i due rami del lago di Como, quello di Como e quello di Lecco. il villaggio ha origini molto antiche e sembra che Plinio il Giovane fece costruire qui una delle sue ville. Passeggiando lungo il lago si possono notare ancora oggi splendide residenze signorili, celate da alberi frondosi. Le settecentesche Villa Melzi e Villa Trivulzio, costruite sotto il regno d Napoleone, sono tra le più celebri. Se avete voglia di camminare potete infine arrivare fino a Villa Serbelloni, da cui si ammira un incredibile panorama dai giardini ottocenteschi. Il parco della villa si sviluppa sulla parte alta del promontorio e al suo interno ci sono quasi 20 chilometri di sentieri in mezzo a una flora straordinaria.

Se invece non volete fare troppa fatica, e magari dedicarvi allo shopping, una passeggiata a Bellagio passa sicuramente attraverso via Garibaldi, l’asse principale del borgo, dove si incontra la piccola Chiesa di San Giorgio del XII secolo e la Chiesa di San Giacomo, a lato di un’antica Torre, resto delle passate fortificazioni, oltre a una miriade di negozi di lusso dove rifarsi gli occhi.

lombardia on the road
lombardia on the road

COME ARRIVARE

Il modo più rapido per fare questo itinerario è muoversi in auto, che garantisce l’autonomia necessaria per fermarsi nei luoghi il tempo che desiderate. Se siete a Milano e non avete un mezzo vostro, è comodo noleggiarne uno, ad esempio da Gimax dalla cui sede si può poi partire per raggiungere velocemente Monza.

Alla Reggia potete arrivare a piedi dal centro se amate camminare, oppure usare il parcheggio della struttura per poi proseguire direttamente verso il lago di Como. L’ingresso alla villa in auto può avvenire da porta Monza o da viale Brianza. Il parcheggio è in Viale Cavriga. L’area sosta, non custodita,  ha una capienza di 1200 posti auto. Altri parcheggi sono situati in viale Regina Margherita e via Petrarca.

L'itinerario on the road

Giornalista e blogger, non riesce ad immaginare una vita senza viaggi per scoprire nuovi luoghi, conoscere culture diverse, provare sapori di ogni genere. Ama l'arte, la natura, la fotografia, i libri e il cinema. Appassionata di Balcani e di Europa dell'Est, sogna l'Australia e spera di riuscire a vedere tutto il mondo possibile.

Rispondi

Le foto dei miei viaggi in tempo reale

Vuoi vedere i luoghi più emozionanti dei miei viaggi quasi in tempo reale? Seguimi su Instagram, dove pubblico le foto più significative dei luoghi in cui mi trovo in quel momento o che ho visitato di recente.

Seguimi su Instagram