Cittadella, 5 cose da fare nelle città murata veneta

Una gita fuori porta o il prolungamento di un itinerario di visita alle località più famose del Veneto, in primis Venezia: le occasioni per visitare Cittadella possono essere numerose. A pochi chilometri da Padova, Vicenza e Treviso e inserita nel contesto storico di altre città murate venete, Cittadella venne fondata nel 1220 da Padova per tutelare il territorio, anche se senza dubbio la città ha origini romane. Cittadella divenne famosa nel Medioevo quando passò sotto il controllo dei Carraresi di Padova, quindi nel 1406 finì sotto il controllo di Venezia per passare infine nel 1797 a Napoleone.

Una storia importante, quindi, che modellò questa città anche dal punto di vista architettonico e artistico. Ma perché visitare Cittadella oggi? Io vi elenco 5 cose da fare, quelle che mi sono sembrate più interessanti dopo la visita di una giornata. Ma scommetto che qualcuno di voi ne ha trovate altre. In questo caso, scrivetemele nei commenti. Ecco invece le 5 cose da fare a Cittadella secondo me.

1. Percorrere il camminamento di ronda

È il motivo principale per venire a Cittadella. Il suo straordinario camminamento di ronda, unico in Europa, lungo un chilometro e mezzo e interamente percorribile grazie a un lavoro di restauro durato 20 anni e terminato nel 2013, rende questa città uno dei luoghi da vedere nella vita.

A 15 metri di altezza si cammina in tutta sicurezza lungo le mura che in passato servivano a difesa della città. Il percorso è tutto fuorché noioso, sia perché dall’alto è possibile ammirare la città da un punto di vista originale e sempre diverso, sia perché lungo il camminamento ci sono diverse cose da vedere.

Si parte dalla Casa del Capitano, nella Torre di Bassano, da cui inizia il percorso e dove si trova l’ufficio turistico. A metà percorso c’è la Torre di Malta con la super terrazza panoramica (è il punto più alto, 30 metri) famosa per essere stata la prigione voluta da quel terribile Ezzelino da Romano che Dante colloca all’Inferno.

All’interno della torre c’è il Museo dell’Assedio e il Museo Archeologico con i reperti della Cittadella romana. Le mura non hanno fondamenta e sono sostenute da terrapieni interni ed esterni.

Lungo il percorso si possono osservare due brecce, oggi sostituite da scale e passerelle che permettono di proseguire il camminamento senza interruzioni, e tutta la serie di 32 torri e torrette che scandiscono le mura e che permettono di apprezzare la struttura architettonica: 4 torrioni in corrispondenza delle porte di accesso, 12 torri quadrangolari alte circa 22 metri e 16 torresini di 15 metri.

Altre cose che noterete durante la vostra osservazione della città dall’alto saranno il Municipio e il Campo della Marta dove si svolgono eventi all’aperto e la Chiesa di Santa Maria del Torresino. Ci vuole circa un’ora e mezza circa per compiere tutto il percorso e sostare ad ammirare i diversi scorci sulla città.

cittadella cose da fare
cittadella cose da fare

2. Noleggiare una barca e navigare intorno alle mura

Dopo aver visto la città dall’alto, perché non dare uno sguardo alle possenti mura dal basso? La città fortificata è circondata da un fossato navigabile con una piccola barca che permette di compiere l’intero giro delle mura ammirando le fortificazioni e la città dall’acqua.

Il fossato in passato aveva un ruolo di difesa quando i ponti levatoi sostituivano gli attuali in muratura.

Una barca a motore e una a remi si possono noleggiare direttamente al piccolo molo e possono essere guidate in autonomia. È davvero incantevole percorrere il fossato tra la vegetazione, passando sotto i ponti, incontrando le anatre e osservando questa incredibile città da una prospettiva diversa. Il percorso dura circa 40 minuti.

cittadella cose da fare

3. Scoprire il centro storico

Nonostante il camminamento e le mura siano la parte più appariscente di Cittadella, vale la pena fare un giro nel centro storico. Innanzitutto ci sono da vedere le 4 porte della città, una diversa dall’altra. Spicca Porta Bassano, la più grande, che ospita anche la Casa del Capitano e che si riconosce per il grande stemma con il carro rosso dei Carraresi e lo stemma di Padova. Porta Vicenza è l’ingresso occidentale alla città, con un torrione alto 25 metri e un triplice sistema di porte: si riconosce anche per l’immagine della Crocifissione affrescata sulla parte interna. Porta Treviso è l’ingresso orientale e nella parte interna ha l’immagine dell’Incoronazione della Vergine e l’Annunciazione. Infine Porta Padova costituiva l’ingresso principale a Cittadella, si distingue dalle altre per la torretta con l’orologio e il piccolo campanile e per gli affreschi con il carro dei Carraresi e lo stemma di Padova, la croce rossa in campo bianco.

Vale la pena visitare il Duomo, costruito tra il 1774 e il 1826. La sagrestia ospita la pinacoteca con tele di pittori importanti come Jacopo da Ponte, Andrea da Murano e una Flagellazione attribuita a Palma il Giovane. Sulla piazza non potrete fare a meno di notare il Palazzo della Loggia, ristrutturato nel 1816 secondo lo stile neoclassico: andate a cercare gli stemmi dei podestà veneti e il bassorilievo del 1400 con il Leone di San Marco lungo i muri del porticato al piano terra.

Provate infine a visitare l’incantevole interno del Teatro sociale, progettato da Giacomo Bauto nel 1817. La sala principale conserva begli affreschi con fiori, amorini e figure allegoriche: sono stati realizzati da Francesco Bagnara, lo scenografo a cui si attribuisce anche la decorazione de La Fenice di Venezia.

cittadella cose da fare
cittadella cose da vedere

4. Partecipare a uno dei tanti eventi in città

Se volete programmare la visita a Cittadella, vale la pena farlo durante uno degli eventi che la città organizza lungo tutto il corso dell’anno. Non sarà difficile trovare quello che fa al caso vostro, visto che l’ufficio turistico ne organizza tantissimi e per tutti i gusti.

Sul sito Visit Cittadella c’è tutto il programma, i principali sono la Rievocazione storica, il Presepe sulle mura, la passeggiata al tramonto con il camminamento illuminato dalle candele, l’alba sulle mura in occasione dell’equinozio di primavera, la Fiera Franca, mercatini per tutti i gusti, laboratori didattici per le scuole e per i bambini.

cittadella cose da fare

5. Assaggiare l'aperitivo tipico

Dopo tanto camminare immagino vi sia venuta sete. L’offerta a Cittadella è vasta, ma se volete provare qualcosa di tipico e originale andate al caffè Milano e chiedete dell’aperitivo inventato dal titolare Cristian e il cui nome campeggia anche sulle t-shirt delle cameriere.

Ma hai tu mai visto il sole sorgere, almeno una volta, dal Monte Grappa, o sentito nel sangue dentro di te il crepuscolo di giugno sulle Dolomiti?, o gustato il liquore Strega a Cittadella? Sono parole di Hemingway che nel racconto “La scomparsa di Pickles Mc Carty” cita la località veneta e il liquore che aveva avuto modo di apprezzare. L’aperitivo made in Cittadella inventato da Christian parte proprio da qui. Si chiama Mesoevo, il nome ricorda in dialetto veneto l’origine di Cittadella ed è composto da liquore Strega, Mezzo e Mezzo Nardini, selz e foglie di menta fresca.

cittadella cose da fare

COME ARRIVARE

Come la maggior parte dei piccoli centri, anche Cittadella non è rapidamente raggiungibile con i mezzi pubblici.

Se avete abbastanza tempo da dedicare alla sua visita, potete arrivare a Cittadella usando il treno, sulle linee Padova-Bassano del Grappa e Vicenza-Treviso.

Viceversa, il mezzo migliore è sicuramente l’auto. Cittadella è piccola e numerosi sono i parcheggi, anche liberi, a ridosso della città murata.

Se non siete dotati di mezzo proprio e avete poco tempo, lo l’ufficio turistico ha pensato a un servizio taxi a tariffa convenzionata che potete prenotare e che vi porterà in centro, attenderà che visitiate il camminamento di ronda e il centro storico e vi riporterà, ad esempio, a Padova: in questo modo avrete la possibilità di visitare Cittadella anche se avete a disposizione soltanto 2-3 ore.

Blogtour

Anche se conoscevo già Cittadella, l’ho visitata in modo approfondito durante il Blogtour Cittadella-Camminare nella storia, in collaborazione con lo Iat di Cittadella, insieme ad altri 8 blogger. Di seguito trovate alcune foto di questa bella giornata.

Giornalista e blogger, non riesce ad immaginare una vita senza viaggi per scoprire nuovi luoghi, conoscere culture diverse, provare sapori di ogni genere. Ama l'arte, la natura, la fotografia, i libri e il cinema. Appassionata di Balcani e di Europa dell'Est, sogna l'Australia e spera di riuscire a vedere tutto il mondo possibile.

Rispondi

Le foto dei miei viaggi in tempo reale

Vuoi vedere i luoghi più emozionanti dei miei viaggi quasi in tempo reale? Seguimi su Instagram, dove pubblico le foto più significative dei luoghi in cui mi trovo in quel momento o che ho visitato di recente.

Seguimi su Instagram