Weekend a Lubiana: cosa vedere nella capitale slovena

Elegante e raffinata, ma anche scanzonata e trendy, Lubiana riesce a conservare un’atmosfera colta e retrò che la rende una città gradevole, piena di cose da vedere, grazie anche al suo stile urbano che ha saputo sapientemente coniugare antico e moderno.

Le diverse anime, slava, austriaca, mitteleuropea si mescolano attraverso i vicoli del piccolo quartiere ebraico per poi passare dopo poche centinaia di metri ai viali commerciali pedonalizzati negli ultimissimi anni, alcuni dei quali ancora in fase di ultimazione.

Città in continuo rinnovamento, io cerco di tornarci almeno una volta all’anno, soprattutto per scoprire i nuovi volti che la città ha disegnato nei mesi precedenti. In questo elenco, nove cose che vale la pena vedere per vivere l’atmosfera della capitale della Slovenia.

Cosa vedere a Lubiana: Metelkova

Un po’ centro sociale, un po’ spazio artistico, questa è una delle zone che più amo della città. Se anche a voi piacciono i posti alternativi o se siete semplicemente curiosi, vale davvero la pena fare un salto in questo luogo, che da molti viene paragonato alla Christiania di Copenaghen.

Defilato rispetto al centro storico, ma raggiungibile a piedi con una breve passeggiata, è una vecchia caserma dismessa in seguito all’indipendenza della Slovenia e occupata nel 1993.

Metelkova è un centro culturale autonomo e autogestito, un luogo dove diversi gruppi danno libero sfogo alla propria creatività. Qui hanno sede associazioni, compagnie teatrali, gallerie d’arte, sale da concerti e anche un ostello, che è esso stesso opera d’arte: realizzato in una delle prigioni di Tito, ha riadattato le celle a stanze, ognuna delle quali è stata dipinta in modo diverso (le grate alle porte e l’arredamento spartano sono stati però mantenuti).

Tutti gli edifici che ospitano le varie attività sono ricoperti di murales colorati. Di giorno è silenzioso di deserto, ma la sera si riempie di giovani e di vita.

cosa vedere a Lubiana

Cosa vedere a Lubiana: la passeggiata lungo il fiume

Auguratevi ci sia una giornata di sole. Perché in questo caso i due viali pedonali che costeggiano il fiume si riempiono di affollati tavoli all’aperto e Lubiana dà il meglio di sé.

Colorata, allegra e piena di vita, la passeggiata lungo il fiume è bella da percorrere su entrambi i lati e vi assalirà subito la voglia di fare più di una pausa, magari per pranzare all’aperto. C’è anche un caffè a livello dell’acqua, a cui si accede scendendo alcuni gradini a metà passeggiata, sul lato destro.

Se il cielo è grigio o fa troppo freddo, l’atmosfera sarà più malinconica e dovrete accontentarvi dei tavoli all’interno, ma una passeggiata qui è da fare in ogni caso. La domenica ci sono anche le bancarelle del mercatino dell’antiquariato.

cosa vedere a lubiana

Cosa vedere a Lubiana: il quartiere etnico

Non so quanti conoscano questa zona della città, ma è una di quelle che io da sempre amo di più. È un quartiere che, in sostanza, coincide soprattutto con una strada, la Trubarjeva, che si snoda parallela al corso della Ljubljanica, ma verso l’interno e conduce al centro della città da una parte e al quartiere della Metelkova dall’altra. È in gran parte pedonalizzata e in origine qui si affacciavano le botteghe dei conciatori e degli altri artigiani della città.

Oggi invece ci sono alcuni negozietti locali, alternati a deliziosi ristorantini etnici, qualche sexy shop e molti graffiti e manifesti sulle pareti scrostate degli edifici. Alcuni vicoli permettono di scendere al lungofiume, mentre se si procede dritti, si arriva, quasi senza farci caso, dopo aver oltrepassato alcune interessanti librerie, sulla centrale piazza Prešernov.

cosa vedere a lubiana

Cosa vedere a Lubiana: i palazzi Liberty

C’è talmente tanto Liberty a Lubiana che la scoperta dei palazzi in stile Sezession meriterebbe un post a parte (e probabilmente prima o poi lo farò), anche perché non tutti sono semplici da trovare e bisogna passeggiare a lungo con il naso all’insù per scoprirli tutti.

Un buon punto di partenza per vederne molti è il lato destro della chiesa di San Francesco, dove s’imbocca una leggera salita che conduce alla Miklošičeva ulica. Subito al numero 1 della via s’incontra l’Hotel Union. Di fronte l’edificio bianco della Zadružna Zveva la cui facciata è ricca di fregi e ceramiche. Poco più avanti l’appariscente edificio della Banca Cooperativa color rosso porpora. E poi di seguito palazzo Bamberg con ceramiche su sfondo blu sotto il cornicione, casa Regalli riconoscibile dalla torretta, casa Krisper con un delicato motivo a fiori.

Ma altri esempi importantissimi del Liberty lubianese si trovano anche nel cuore del centro storico, a partire da Prešernov Trg, la piazza su cui si affaccia anche il famoso triplice ponte della città. Sull’angolo della Wolfova ulica, ad esempio, c’è Casa Hauptamn, con preziose ceramiche dai motivi geometrici. Attiguo alla chiesa dei Francescani c’è il Centromerkur, uno dei più pregevoli esempi in stile Sezession della città, oltre che il primo grande magazzino della città. E l’elenco potrebbe ancora continuare.

cosa vedere a lubiana
cosa vedere a lubiana

Cosa vedere a Lubiana: il mercato del sabato mattina

Rappresenta l’essenza della città. I mercati popolari all’aperto sono sempre belli e sono una delle cose che io cerco in ogni città, ma quello di Lubiana è qualcosa ancora di più. Innanzitutto è enorme e invade completamente un’ampia zona del cuore del centro storico, quella che dal ponte dei draghi arriva fino al triplice ponte che attraversa Prešernov Tgr, la piazza principale della città.

È un evento irrinunciabile per tutti gli abitanti, sia che decidano di fare compere sia che abbiano soltanto voglia di socializzare con gli amici bevendo qualcosa nei tanti chioschi all’aperto.

È perfettamente organizzato in diverse aree: quella della frutta e verdura nei pressi del Ponte dei Draghi (uno dei simboli della città), quello dei fiori alle spalle della chiesa, quello con i prodotti tipici sulla piazza in mezzo. E poi ci sono i grandi spazi coperti e occupati dai mercati della carne e del pesce. Sotto i portici del loggiato che dà sul fiume, infine, il mercatino dell’artigianato: sarà impossibile andarsene a mani vuote.

Il mercato del sabato è anche uno dei posti migliori dove mangiare qualcosa in una delle tante bancarelle, mescolandosi agli abitanti della città.

cosa vedere a lubiana

Cosa vedere a Lubiana: i nuovi quartieri dei musei

Di quartieri dedicati ai musei a Lubiana ce ne sono due. Uno più antico, che si concentra nella zona di fronte al Parco Tivoli intorno in particolare alla Galleria d’Arte Nazionale (Nardona Galerija) e alla Galleria d’Arte Moderna (Moderna Galerija), rinnovata una decina di anni fa e che ospita la collezione di arte contemporanea slovena e jugoslava del XX secolo. Questa zona ha subito una recente pedonalizzazione che l’ha resa ancora più interessante e fruibile dai visitatori, che qui possono trovare anche negozi e ristoranti. Da queste parti si trova anche il Museo di Storia Nazionale.

La seconda zona si trova alle spalle delle Metelkova da una parte e del Museo Etnografico (Slovenski etnografski muzej) dall’altra ed è quella più sorprendente. Fino a una decina di anni fa, infatti, in questo posto c’erano una serie di edifici fatiscenti e l’area era transennata per motivi di sicurezza. Ora qui ci sono tre grandi musei, oltre alla sede del ministero dei beni culturali e un ampio spazio aperto su cui sono spesso allestite mostre fotografiche. Uno dei motivi per cui amo Lubiana è la sua capacità di reinventarsi senza sosta, migliorando i suoi spazi di anno in anno. È anche uno dei motivi per cui mi piace tornare: sono certa che ogni volta troverò qualcosa di nuovo da vedere. Il Museo Etnografico si affaccia su un parco verde che d’estate diventa un allegro bar all’aperto con sdraio al posto delle sedie e giochi per i bambini: i musei sempre di più a Lubiana sono un luogo dove trascorrere molte ore, anche semplicemente a fare quattro chiacchiere con gli amici.

Sullo spazio aperto di recente realizzazione si affacciano invece tre grandi strutture.  Il nuovo museo di arte contemporanea, il +MSUM, è il mio preferito: deve piacervi l’arte contemporanea oppure essere molto curiosi perché la maggior parte delle opere potrebbe lasciarvi con molti punti di domanda. A fianco si trova il Museo della Città di Lubiana (Mestni muzej Ljubljana) che ah una sede storica anche in centro e che ospita un po’ di tutto sulla storia della capitale, dalle armature ai mobili di antiquariato ed è adatto a chi ama questo genere di musei. Sull’altro lato della piazza c’è infine il Museo di Scienze Naturali (Prirodoslovni muzej Slovenije) pensato soprattutto a scopi didattici. Di sicuro, quest’area merita una visita anche soltanto per vedere l’opera di riqualificazione di quella che fino a poco tempo fa era una zona fatiscente della città.

cosa vedere a lubiana
cosa vedere a lubiana

Cosa vedere a Lubiana: il parco Tivoli

È uno spazio verde enorme, ma enorme davvero. Nel grande polmone verde della città, gli abitanti amano venire a correre, a fare un picnic o un giro in bici, a portare i bambini a giocare o semplicemente a rilassarsi leggendo un libro. Il parco, che si estende tra i quartieri di Rožna Dolina e Siška è talmente grande che, se davvero si vuole percorrerlo tutto a piedi, ci si impiega ore. Io non sono mai riuscita a visitarlo completamente, ma vi consiglio almeno una passeggiata di 15 minuti.

L’entrata principale si apre su un grande viale affiancato da una serie di immagini in formato gigante che mostrano la città del passato e quella odierna. Il viale conduce al Castello di Tivoli, una palazzina che ospita il Centro internazionale di arti grafiche e un bar. Alle spalle dell’edifico si aprono gli ettari di parco verde, con sentieri, aiuole e piccole colline. Alcuni sentieri conducono ad uno stagno e al palazzo dello Zecchino, in cui ha sede il Museo di Storia Contemporanea. Seguendo un percorso in direzione opposta si giunge invece alla moderna Hala Tivoli, un centro polifunzionale che sopita grandi eventi sportivi e concerti.

Un’escursione più lunga conduce fino a una collina di 394 metri che in passato ospitava un lebbrosario. Oggi qui, oltre ad uno splendido panorama, si trovano una chiesa e una trattoria.

cosa vedere a lubiana

Cosa vedere a Lubiana: la piazza socialista

Se ci si sposta verso piazza della Repubblica (Trg Republike), la Lubiana medievale e barocca lascia il posto a quello che rimane dell’architettura socialista sorta negli anni settanta. L’ampio spazio aperto fino a qualche anno era un affollato parcheggio, mentre oggi è stato completamente pedonalizzato: l’effetto straniante è in qualche modo aumentato proprio dalla distesa di cemento su cui si affacciano alcuni edifici tanto importanti quanto appariscenti. La prima cosa che noterete sono le due alte torri di 26 piani che erano sede del Comitato Centrale e Comunista sloveno.

Sul lato della piazza che conduce verso il centro storico si trova un basso edificio squadrato. È uno dei primi grandi magazzini della città, il Maximarket. Dal lato opposto, il monumento alla rivoluzione ideato nel 1975.

Sul lato della piazza di fronte alle torri, c’è il Parlamento sloveno, costruito negli anni cinquanta e all’inizio sede dell’assemblea popolare della Repubblica Socialista di Slovenia. Spiccano le statue del portale di bronzo che rappresentano che rappresentano uomini e donne al lavoro, la più classica iconografia socialista.

Questa piazza ha anche un valore simbolico rilevante: il 25 giugno 1991 qui venne ammainata la vecchia bandiera jugoslava e proclamata l’indipendenza della Slovenia.

cosa vedere a lubiana
cosa vedere a lubiana

Cosa vedere a Lubiana: l'ex ghetto ebraico

Non è facilissimo da riconoscere perché dell’ex ghetto ebraico è rimasto davvero poco e non c’è nulla di eclatante che contraddistingua l’area in cui la comunità ebraica in passato. Il ghetto si apriva dove oggi si trova il Jurčičev Trg ed era formato da circa 30 abitazioni. Purtroppo i decreti di espulsione e le calamità naturali hanno cancellato qualunque presenza culturale nella città.

Dalla piazza si devia a sinistra lasciando il lungofiume per entrare nei vicoli che formavano il vecchio quartiere ebraico della città, riconoscibile ormai soltanto dai toponimi: Židovska ulica (via degli ebrei) e Židovska steza (vicolo degli ebrei). Al numero 4 di Židovska steza c’era la sinagoga, mentre da Dvorni Trg si torna a costeggiare il fiume. In questi stretti e graziosi vicoli oggi si affacciano alcune gallerie d’arte e alcuni localini rendono piacevole questa passeggiata alla scoperta di un luogo che non esiste più.

La presenza ebraica in Slovenia risale probabilmente all’epoca romana, mentre i primi insediamenti di coloni ebrei si attestano intorno al XII secolo. Nel Cinquecento l’imperatore Massimiliano li espulse dal Paese e la situazione rimase invariata fino a gran parte dell’Ottocento. Negli ultimi decenni del XIX secolo molte famiglie si insediarono nuovamente a Lubiana, fino all’arrivo della Shoa, quando 4500 ebrei vennero deportati nei campi di concentramento dell’Europa centrale e altri furono internati nel campo dell’isola di Rab. Anche nel periodo seguente il clima rimase teso e i sopravvissuti si trasferirono in Israele.

cosa vedere a lubiana

Cosa vedere a Lubiana: il quartiere medievale

È una delle zone più conosciute e apprezzate della città dai turisti, perché negli ultimi anni è diventata il fulcro dei negozi e dei locali con i tavoli all’aperto. Dalla piazza con il Municipio con la bella fontana barocca con i fiumi della Carniola si può passeggiare lungo Mestni Trg fino a Stari Trg, dove si trova un’altra pittoresca piazzetta con la fontana di Ercole al centro.

Arrivati a questo punto, però, vale assolutamente la pena proseguire seguendo, leggermente in salita, Gornji Trg, perché questa strada percorre la parte più antica della città. Improvvisamente calerà il silenzio, perché sono pochi i turisti che si spingono fino qui, dove in realtà ci sono interessanti negozi di abbigliamento e di antiquariati, alcuni bellissimi boutique hotel e un paio di ristoranti assolutamente da provare.

I palazzi che si affacciano lungo questa strada sono bellissimi e tradiscono alcuni elementi architettonici medievali, nonostante i rimaneggiamenti in epoca barocca. Più avanti la strada si restringe e si giunge alla chiesa di San Floriano. Proseguendo la strada si rivela senza uscita: sulla sinistra si staglia la collina del castello e di fronte c’è l’ampia Karlovška cesta che conduce fuori dal centro storico.

cosa vedere a lubiana

Cosa vedere a Lubiana: il panorama dal Castello

Il Castello di Lubiana non è tra le cose che amo di più della città, perché è stato in gran parte ricostruito e non offre nulla di particolare. Vale la pena però salire sulla collina su cui sorge il maniero (a piedi lungo il sentiero oppure utilizzando la funicolare) per ammirare la città dall’alto. Percorrendo il sentiero a piedi, gli scorci che si aprono curva dopo curva tra i folti alberi danno soddisfazione a chi ha voluto cimentarsi nella passeggiata in salita.

L’accesso alla funicolare si trova alle spalle del Vodnikov Trg, nel Krekov Trg, una piccola piazza alberata. Chi sceglie la passeggiata nel bosco, invece, deve dirigersi verso Študentovska ulica sul Vodnikov Trg, sempre nei pressi della funicolare. C’è anche un altro sentiero, il Reber, che sbuca in Stari Trg.

cosa vedere a lubiana

DOVE DORMIRE A LUBIANA

Lubiana offre tantissime possibilità di alloggio, avrete l’imbarazzo della scelta: dagli alberghi, ai B&B agli appartamenti privati, fino agli ostelli, la capitale slovena riesce a soddisfare davvero i gusti e le sensibilità di tutti i viaggiatori. Anche le fasce di prezzo sono molto ampie.

Per districarsi in questa ampia e offerta e trovare l’alloggio più adatto, è possibile affidarsi a Holidu.it, un motore di ricerca per alloggi che mette a confronto tutte le possibilità di pernottamento presenti in città (hotel, B6B, appartamenti, ecc.) confrontando tutti i portali di prenotazione presenti in rete: il modo più veloce per fare la scelta più adatta alle propri esigenze e godersi Lubiana al massimo!

Per quanto riguarda l’offerta gastronomica e i locali dove mangiare, vi consiglio il mio post: Dove mangiare bene a Lubiana spendendo poco

Giornalista e blogger, non riesce ad immaginare una vita senza viaggi per scoprire nuovi luoghi, conoscere culture diverse, provare sapori di ogni genere. Ama l'arte, la natura, la fotografia, i libri e il cinema. Appassionata di Balcani e di Europa dell'Est, sogna l'Australia e spera di riuscire a vedere tutto il mondo possibile.

Commenti

4 Commenti
  1. pubblicato da
    Ileana
    Set 5, 2018 Reply

    Post molto utile e interessante ! Non ci sono mai stata e sto giusto organizzando una visita. Mi servirà molto

    • pubblicato da
      RitagliDiViaggio
      Set 10, 2018 Reply

      Ciao Ileana, felicissima che il mio post possa esserti utile. Lubiana è una città davvero bella, sono convinta che ti piacerà, buon viaggio!

  2. pubblicato da
    Chiara Leinati
    Set 6, 2018 Reply

    Grazie per questo bellissimo post! Sono stata a Lubiana due volte, ma non l’ho ancora visitata per bene perchè entrambe le volte, per ragioni diverse, l’ho visitata in modo un po’ frettoloso. Io e mio marito vorremmo tornarci magari per un week end romantico senza bambini e sicuramente userò il tuo post come spunto per il mio itinerario.

    • pubblicato da
      RitagliDiViaggio
      Set 10, 2018 Reply

      Ciao Chiara! Lubiana è una di quelle città che si possono vedere anche rapidamente in un giorno se ci si limita a una passeggiata sul lungofiume e il centro, ma se hai un weekend a disposizione offre la possibilità di scoprire un po’ di più la sua anima e di comprenderne meglio cultura ed storia, ne vale davvero la pena. Felice che il mio post ti abbia offerto lo spunto per tornare!

Rispondi

Le foto dei miei viaggi in tempo reale

Vuoi vedere i luoghi più emozionanti dei miei viaggi quasi in tempo reale? Seguimi su Instagram, dove pubblico le foto più significative dei luoghi in cui mi trovo in quel momento o che ho visitato di recente.

Seguimi su Instagram
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: