Cala Violina, una spiaggia da sogno nella Maremma Toscana

Con il suo mare cristallino, la sabbia del colore dell’oro e l’infinita distesa di alberi alle sue spalle, Cala Violina non ha niente da invidiare alle più famose spiagge italiane, è un piccolo angolo di paradiso incastonato nel sud della regione Toscana, una spiaggia intima e selvaggia, un luogo tutto da scoprire!

Completamente circondata dai boschi della Riserva Naturale delle Bandite di Scarlino (splendida riserva protetta di circa 8700 ettari suddivisi tra i territori dei comuni di Castiglione della Pescaia, Scarlino, Follonica e Gavorrano) la spiaggia di Cala Violina è celebre per la sua semplice bellezza e per il “segreto” celato dietro il suo nome. Sono in pochi infatti a sapere che il nome “Violina” deriva da una particolarità praticamente unica di questa spiaggia, la sua sabbia infatti, se calpestata, emette un leggero suono, che ricorda la musica suonata da un violino. Quello delle “sabbie musicali” è una peculiarità molto rara che ha luogo a causa della composizione della sabbia, formata da piccolissimi granuli di quarzo dalla superficie nè troppo liscia nè troppo ruvida, che quando viene calpestata emette appunto una specie di lieve melodia. In tutto il mondo esistono solamente altre 4 spiagge con questa straordinaria caratteristica : Gold Coast in Australia, Babadejuka in Brasile, Fort Dauphin in Madagascar e Eigg Islands in Inghilterra.

Il sentiero che conduce alla spiaggia – Cala Violina non è accessibile in auto, è necessario percorrere un tratto di circa 1.5 chilometri – attraversa la rigogliosa Riserva delle Bandite di Scarlino, regalando ai viaggiatori la possibilità di scoprire una delle aree protette più belle della Toscana. Il sentiero non è impegnativo, basta qualche piccolo accorgimento, come indossare scarpe comode e abbigliamento sportivo. Il percorso offre parecchi scorci panoramici, fermatevi e scattate qualche foto, ne varrà sicuramente la pena! Poco prima della fine del sentiero, durante la stagione estiva, troverete un chiosco che offre un prezioso servizio di vendita bibite e panini, la spiaggia di Cala Violina è infatti completamente selvaggia, non ci sono servizi di alcun tipo. Oltrepassato il chiosco, rimarrete estasiati dalla vista che avrete davanti : un meraviglioso contrasto di verde, blu e oro che dà vita ad uno dei luoghi più belli di tutta la Toscana.

Alcune alternative praticabili e anzi, molto amate, sono quelle di raggiungere la spiaggia in barca, noleggiandone una nei vicini porti di Follonica, Scarlino o Castiglione della Pescaia, oppure in bici grazie al sentiero sterrato che parte dal porto turistico di Scarlino ed in 15-20 minuti di pedalata conduce direttamente in spiaggia. Maggiori informazioni su Castiglione della Pescaia su www.maremma.name

La spiaggia non è molto grande ma ha un fascino unico nel suo genere… la grande distesa di alberi alle sue spalle offre un riparo dal caldo durante le ore più calde della giornata, e le sue acque, straordinariamente limpide, sono un invito irrinunciabile per nuotate e snorkeling. Verso l’orizzonte inoltre, la meravigliosa vista dell’Isola d’Elba.

Come arrivare

Se si decide di andare in auto (o in moto o in camper) sarà necessario lasciare il proprio mezzo al parcheggio e proseguire da lì a piedi. Il parcheggio ha una capienza massima di 250 posti, ragion per cui è consigliabile essere lì abbastanza presto al mattino (in particolar modo in estate) così da essere sicuri di trovare posto. Il costo del parcheggio, per l’intera giornata, è di circa 7€ per le auto e 3.5€ per le moto.

Se non avete un mezzo a disposizione la linea di trasporti Tiemme in estate garantisce collegamenti da e per Cala Violina con partenze regolari.

spiaggia di Cala Violina
spiaggia di Cala Violina

Cosa vedere nei dintorni

Cala Violina si trova in una delle aree più belle della Toscana, l’alta Maremma, un territorio ricchissimo di storia, arte, tradizioni e di borghi dal fascino antico.

Scarlino è il comune che ospita la spiaggia ed anche una delle più belle attrattive di quest’area della Toscana. Dominato dalla sua imponente rocca medievale, fatta costruire dagli Aldobrandeschi nel XIII secolo e restaurata dai pisani un secolo dopo, Scarlino è un bellissimo esempio di architettura medievale. Oltre alla già citata rocca, fortificazione circondata da una doppia cortina muraria, Scarlino ospita anche la bellissima chiesa di San Donato, realizzata in stile tardo-romanico tra la fine dell’XI e l’inizio del XII secolo. Di particolare interesse inoltre, il Centro di Documentazione del Territorio, un museo interamente dedicato alla storia del territorio ed alle sue aree archeologiche – la più importante delle quali quella del Puntone di Scarlino, con resti di costruzioni romane risalenti al I secolo a.C.-.

Soprannominato “La Piccola Svizzera” o “La Svizzera di Maremma” per la qualità della vita e la perfetta organizzazione in tema di servizi turistici, Castiglione della Pescaia è uno dei borghi più importanti e conosciuti della Maremma Toscana.

Bagnato dalle acque azzurre del mare della costa tirrenica, Castiglione della Pescaia è un paesino di rara bellezza, molto interessanti le sue chiese, prima su tutte la Chiesa di San Giovanni Battista, edificata nel XVI secolo a partire da un preesistente deposito di armi, la chiesa è affiancata da un maestoso campanile neogotico. Degna di nota anche la Chiesa di Santa Maria del Giglio, uno splendido edificio sacro risalente al XVIII secolo. Appena fuori dal paese la Riserva Naturale della Diaccia Botrona area palustre residuo dell’antico Lago Prile frequentato sin dall’epoca etrusca e romana. L’area fu sottoposta ad opera di bonifica già dai Lorena, ma tale intervento fu terminato solo tra il 1950 e il 1960 con la riforma agraria attuata dall’Ente Maremma. A testimonianza di tale intervento, rimane oggi la Casa Rossa Ximenes, oggi interessante centro multimediale ma originariamente uno dei più importanti esempi di ingegneria civile.

Follonica è una delle più importanti destinazioni turistiche marittime della Toscana, è posta al centro del golfo al quale dona il nome e sorge praticamente di fronte all’Isola d’Elba. La storia della cittadina è relativamente recente, nacque infatti solo verso la fine del 1800 per accogliere i lavoratori impegnati nelle Reali ed Imperiali Fonderie create dal Granduca Leopoldo II di Lorena. La fonderia leopolda di Follonica è stata la seconda fonderia più importante in Europa. Oltre che per le sue bellissime spiagge, particolarmente amate per le acque limpide e tranquille e per la sabbia sottile, Follonica offre interessanti spunti anche a livello architettonico, meravigliosa la sua Chiesa di San Leopoldo, costruita per volontà del Granduca Leopoldo II di Lorena nel 1836 e unica nel suo genere per la sua facciata, dove spicca in modo massiccio, l’utilizzo di elementi in ghisa. Follonica è anche famosa in tutta la Toscana per il Carnevale, che qui si festeggia ben due volte l’anno, la prima come di consuetudine tra Febbraio e Marzo e la seconda nel mese di Luglio (il Carnevale Estivo). Sfilate in maschera e carri allegorici realizzati dai volenterosi rioni cittadini si sfidano ogni anno per ottenere il riconoscimento del miglior carro, un evento assolutamente da non perdere!

spiaggia di Cala Violina
spiaggia di Cala Violina
spiaggia di Cala Violina

Se vuoi scoprire altro sulla Maremma Toscana potrebbe interessarti leggere anche l’articolo COSA VEDERE NELLA MAREMMA TOSCANA: 5 LUOGHI DA SCOPRIRE

in collaborazione con Web Maremma

Giornalista, blogger e autrice di guide di viaggio, non riesce ad immaginare una vita senza viaggi per scoprire nuovi luoghi e conoscere culture diverse. Ama l'arte, la natura, la fotografia, i libri e il cinema. Appassionata di Balcani e di Europa dell'Est, di Medio Oriente e Sud Est asiatico, spera di riuscire a vedere tutto il mondo possibile.

Commenti

3 Commenti
  1. pubblicato da
    Jules
    Ott 22, 2019 Reply

    Noi siamo stati a Massa Marittima quest’estate e alla fine non abbiamo deciso di andarci perché le recensioni non erano molto positive, per la ressa e il percorso da fare. Spero di poterle dare un’altra occasione perché quella zona della Toscana è bellissima!

    https://julesonthemoon.com/

    • pubblicato da
      RitagliDiViaggio
      Ott 23, 2019 Reply

      Maddai veramente!?!? Sì la Toscana è davvero super e la zona della Maremma è proprio affascinante. Indubbiamente in alta stagione il rischio è di trovare qualche posto affollato, varrebbe la pena tornarci quando c’è meno ressa. Io ci sto facendo un pensierino…

  2. pubblicato da
    Jules
    Ott 22, 2019 Reply

    Noi eravamo proprio in quella zona quest’estate!! 🙂

    https://julesonthemoon.com/

Rispondi

Le foto dei miei viaggi in tempo reale

Vuoi vedere i luoghi più emozionanti dei miei viaggi quasi in tempo reale? Seguimi su Instagram, dove pubblico le foto più significative dei luoghi in cui mi trovo in quel momento o che ho visitato di recente.

Seguimi su Instagram
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: