Con Ein Prosit il Friuli viaggia nell’alta cucina mondiale

Oltre cento eventi, una sessantina circa di cuochi da tutto il mondo, 200 aziende coinvolte, cene a più mani, degustazioni e laboratori. Più che un brindisi Ein Prosit, la manifestazione friulana giunta alla 21ma edizione, potrebbe sembrare una sbornia. In realtà è una festa, in cui l’enogastronomia coniuga cultura e divertimento, con un occhio che privilegia sempre e comunque la qualità. Ed è anche un viaggio, perché Tarvisio (storica sede dell’evento) e Udine (new entry di quest’anno) ospiteranno chef stellati provenienti da tutto il mondo che porteranno in Friuli la loro cucina e la loro cultura.

D’altra parte, quale luogo migliore per farlo di una regione di confine, da dove Austria e Slovenia si raggiungono in meno di un’ora? La mescolanza tipica di questa terra, fatta di passaggi, di emigrazioni e di immigrazioni ben si coniuga con le varietà proposte dalla cucina internazionale, che abbina gusti, sapori e ingredienti in modo sempre diverso. Non è una gara a chi prepara il piatto più buono perché a vincere è lo scambio e il confronto. Infatti molte cene vedranno cuochi abbinati tra di loro. E che cuochi!

Il mondo a Udine

Chef stellati porteranno il mondo in Friuli dal 24 al 28 ottobre, con un’anteprima davvero speciale il 23 a Tarvisio dove si esibiranno il peruviano Virgilio Martinez (al ristorante Ilija) e, in contemporanea, lo chef-viaggiatore americano Tim Butler, stella Michelin all’Eat Me di Bangkok (all’Edelhof). Sabato sera a Udine ci sarà nientemeno che il mostro sacro Alain Passard , tristellato parigino e guru storico della cucina internazionale che 20 anni fa ha deciso di eliminare la carne dai suoi menù.

E poi Yoji Tokuyoshi, storico sous chef di Massimo Bottura oggi stellato a Milano, Zaiyu Hasegawa il primo chef ad aver aperto la cucina giapponese al mondo, Vladimir Mukhin da Mosca, Manoella Buffara dal Brasile.

Non mancano i volti noti e amati che dalle terre di confine hanno raggiunto fama internazionale, come Ana Roš e Antonia Klugman: la prima cucinerà con Maksut Aksar, cuoco del Neolokal di Istanbul a La Taverna di Colloredo e la seconda con Virglio Martinez nel suo L’Argine a Vencò.

Ovviamente folta la rappresentanza italiana di chef, pizzaioli e pasticceri di alto profilo, da Corrado Assenza a Fabrizia Meroi. Impossibile citarli tutti, vale la pena scorrere direttamente il ricco programma di Ein Prosit 2019.

ein prosit 2019
ein prosit 2019

“Ein Prosit veste Tarvisio e Udine per sei giorni con i rossi vivi del Sudamerica, i toni insondabili dell’Asia Estrema, il fascino educato della Vecchia Europa, i profumi arcobaleno dell’Anatolia mescolandoli all’Italia e al Friuli Venezia Giulia perché ognuno tiri fuori dall’altro uno spirito mai immaginato prima”. Paolo Vizzari e Claudio Tognoni, organizzatori di Ein Prosit

Degustazioni, laboratori e assaggi

Alle super cene si unisce un’invasione di altri appuntamenti all’insegna del gusto, sparsi in alcuni palazzi del capoluogo friulano e concentrati nelle giornate di sabato e domenica 27 e 28. La classica “Mostra Assaggio”, appuntamento corale dell’evento, quest’anno si fa in tre. Le sedi in cui una selezionata schiera di produttori enogastronomici darà la possibilità di assaggiare il meglio della loro produzione saranno infatti Casa Cavazzini con il Salone del Friuli Venezia Giulia e l’ex Chiesa di San Francesco con il Salone Italia, il Salone Internazionale e il Salone Gastronomia (per i 4 saloni c’è un biglietto unico), mentre nel Salone del Parlamento del Castello di Udine ci sarà sabato 26 il Best Italian Wines Awards (BIWA 2019) con la possibilità di assaggiare i primi 30 migliori vini dell’edizione e domenica 27 e lunedì 28 il Salone della Borgogna. Una novità di questa edizione con due giornate dedicate alle aziende della Borgongns.

Infine, le Degustazioni Guidate proporranno assaggi di vini presentando le peculiarità del prodotto e la storia del suo produttore, mentre i Laboratori dei Sapori offriranno abbinamenti cibo-vino tutti da scoprire con proposte originali ispirate al patrimonio enogastronomico regionale e nazionale. Consultate il programma completo per scegliere quelli che preferite, in base anche a orario e giornata. E preparatevi a numerosi brindisi!

conversando-di-viaggi
Giornalista, blogger e autrice di guide di viaggio, non riesce ad immaginare una vita senza viaggi per scoprire nuovi luoghi e conoscere culture diverse. Ama l'arte, la natura, la fotografia, i libri e il cinema. Appassionata di Balcani e di Europa dell'Est, di Medio Oriente e Sud Est asiatico, spera di riuscire a vedere tutto il mondo possibile.

Rispondi

Le foto dei miei viaggi in tempo reale

Vuoi vedere i luoghi più emozionanti dei miei viaggi quasi in tempo reale? Seguimi su Instagram, dove pubblico le foto più significative dei luoghi in cui mi trovo in quel momento o che ho visitato di recente.

Seguimi su Instagram
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: