Bellissime cascate in Friuli Venezia Giulia: dove trovare quelle di Chiusaforte

Quasi tutti in Friuli Venezia Giulia conoscono il Fontanon di Goriuda, una delle più spettacolari cascate del comune di Chiusaforte, lungo la strada che porta a Sella Nevea. Ma forse pochi sanno che di cascate in questa zona ne esistono molte altre e sono tutte facilmente accessibili. Le ho scoperte anch’io un po’ per caso, grazie a una fantastica mappa cartacea realizzata di recente dal comune di Chiusaforte che indica con precisione come arrivare a ogni singola cascata.

Le cascate di Chiusaforte, che ama definirsi il “comune delle cascate”, sono ben 13, o meglio 12 + 1, perché il Fontanone di Goriuda è formato da due cascate ma il sito rimane comunque uno solo. Tutte le cascate si trovano a breve distanza l’una dall’altra e potete decidere il vostro itinerario a piacimento e lasciare l’auto a breve distanza da ogni singola cascata.

Io sono riuscita in una giornata a visitarne sei, ma spero di tornare presto per completare la visita. Quelle che ho visto io e che vi racconto in questo post sono facilmente accessibili anche dai bambini e da chi non è abituato a lunghe camminate.

La mappa cartacea è corredata da un Qr code con le coordinate Gps, anche se vi confesso che io le ho raggiunte facilmente tramite le indicazioni scritte e con google maps: questo per farvi capire quanto tutte le cascate siano molto facili da trovare, anche se ancora poco conosciute.

L’itinerario con le 13 cascate ha il suo baricentro nel paese di Chiusaforte e si dispiega dagli abitati di Roveredo e Villanova, sale a Cadramazzo per poi tornare a Chiusaforte e proseguire nella Val Raccolana lungo la strada che conduce a Sella Nevea e che attraversa le frazioni di Chiout Cali, Saletto, Tamaroz, Piani di qua, Piani di là, Piani del Montasio e Stretti.

Ecco le 6 bellissime cascate di Chiusaforte che ho visitato finora.

Cascate belepeit
L'abitato di Villanova di fronte all'ingresso del sentiero per le Cascate belepeit
Cascate repepeit
Farfalle lungo il sentiero della Cascata Repepeit
piani di qua
Piani di Qua
La valle e il paese di Saluzzo visti da Chiout Cali
La valle e il paese di Saluzzo visti da Chiout Cali

1. FONTANON DI GORIUDA – CASCATA ALTA

Viene definita “Cascata del Sole” ed è il tratto terminale della imponente cascata d’acqua che fuoriesce dal Fontanon di Goriuda. Un semplice sentiero percorribile in cinque minuti, con un dislivello minimo, conduce fino a questa enorme e splendida cascata che appare in tutta la sua selvaggia bellezza, esaltata anche da uno specchio d’acqua limpidissima dove l’acqua precipita con fragore. Si può ammirare la cascata di fronte, scendere fino alla pozza di acqua e addirittura fare il giro intorno alla cascata, osservandola dalla grotta alle sue spalle (foto di copertina).

Il Fontanone di Goriuda è una sorgente carsica che sgorga a 861 metri sul versante sinistro della Val Raccolana. Le acque fuoriescono da una grotta di oltre 600 metri di sviluppo, caratterizzata da laghi, pozzi e sifoni. Dal punto di vista geologico la Grotta del Fontanone rientra nell’ambito della formazione della Dolomia principale che del Canin costituisce il basamento. Dall’ampio portale della grotta sgorgano le acque che si inabissano sul versante italiano del monte Canin.

La leggenda narra che nella grotta viveva un orco chiamato Goriuda, che probabilmente fa riferimento ai Guriuz, i nani delle caverne citati da molte leggende friulane.

fontanon di goriuda
Fontanon di Goriuda
fontanon di goriuda
Fontanon di Goriuda

2. FONTANON DI GORIUDA – CASCATA BASSA

Alla cascata bassa si può accedere in due modi: dalla cascata alta, scendendo attentamente uno stretto sentiero, oppure direttamente dalla strada, percorrendo un ampio prato che arriva al rio Goriuda. Superato il rio (potrebbe essere necessario entrare nell’acqua), un breve sentiero conduce alla pozza formata dalla cascata che scende sulla dolomia. Una bella cartolina di natura selvaggia.

Come arrivare al Fontanone di Goriuda: all’altezza di Chiusaforte, svoltare a destra verso Sella Nevea e la Val Raccolana, lungo il ponte sul Fella. In cinque minuti di auto, dopo l’abitato di Piani di Là, vi troverete di fronte all’entrata del sito: sul lato opposto c’è la Trattoria al Fontanon con un ampio spiazzo dove si può parcheggiare. La trattoria è anche ottima per una pausa caffè o pranzo e qui potete anche trovare le mappe cartacee con le indicazioni per le altre cascate.

Fontanon di Goriuda - cascata bassa
Fontanon di Goriuda - cascata bassa
Fontanon di Goriuda - cascata bassa
Fontanon di Goriuda - cascata bassa

3. CASCATE RIO MONTASIO

Fantastica scoperta. Una bellissima cascata formata dal rio Montasio, utilizzata per arrampicate invernali, d’estate crea una pozza a cui si accede facilmente.

La vista è meravigliosa: un anfiteatro di dolomia all’interno del quale una bellissima cascata si tuffa da 70 metri di altezza. Tutto intorno un bosco di faggi, carpini e pino nero regala uno scenario indimenticabile. Impossibile evitare di togliersi le scarpe e immergersi nell’acqua limpida e freschissima. Ho rimpianto di non aver portato il costume.

Come arrivare: seguite le indicazioni per Piani di Qua. Parchaggiate all’ingresso del paese. Prendete il sentiero che dal parcheggio si inoltra in mezzo ai prati. Ad un certo punto sulla destra noterete una panchina: se continuate diritti potrete ammirare la cascata dal basso verso l’alto. Io però vi consiglio di seguire il sentiero verso sinistra, percorrendo il prato in salita. Da quel punto si apre infatti la brevissima discesa che conduce di fronte alla pozza in cui si tuffa la cascata.

cascate montasio
Cascate Rio Montasio
cascate montasio
Cascate Rio Montasio
Cascate Rio Montasio
Cascate Rio Montasio

4. CASCATE RIO DI PLIS

Dal paese di Saletto, imboccare a destra la strada che conduce a Chiout Cali. Dopo il secondo tornante, curvando subito a destra (la curva è molto stretta, vale la pena arrivare fino all’abitato e tornare indietro per imboccare il sentiero) si imbocca un sentiero sterrato. Si può fare anche in auto con molta attenzione. Io ho preferito evitare rischi e l’ho fatto a piedi, sono meno di 5 minuti di camminata.

Lungo la strada, guardando in alto, si nota un bunker e i resti di alcune trincee. La cascata è scenografica e si tuffa nel torrente che, a questa altezza, passa sotto un ponte prima di continuare la sua corsa.

Cascate Rio di Plis
Cascate Rio di Plis
bunker
Bunker lungo il sentiero verso le Cascate Rio di Plis
Cascate Rio di Plis
Il cartello che indica le cascate e il sentiero verso le trincee

5. CASCATA REPEPEIT

La particolarità di questa cascata è di trovarsi nei pressi di un pittoresco ponticello di pietra che si può attraversare imboccando il sentiero tra i boschi. Superato il ponte, verso destra si costeggia per un po’ il Rio Raccolana dalle acque cristalline che regala bellissimi scorci. Verso sinistra invece, un brevissimo sentiero, conduce proprio di fronte alla cascata.

In questo momento ci sono lavori in corso per sistemare la piazzola proprio di fronte alla cascata, ma il sito è comunque visitabile in sicurezza. Il luogo è bellissimo anche per la presenza di tante colorate farfalle.

Come arrivare. Sulla strada per Sella Nevea, dopo il bivio per Potocco, c’è una piccola piazzaola dove si può lasciare l’auto.

Cascata Repepeit
Il ponte di pietra nei pressi della Cascata Repepeit
Cascata Repepeit
Cascata Repepeit

6. CASCATA BELEPEIT

Il sentiero che conduce alle cascate si inoltra nel borgo caratterizzato dalle case di sassi, costeggiando in leggera salita il Rio Belepeit.

La cascata è formata da tre salti, rispettivamente di 70, 40 e 30 metri.

Per avere una visione più panoramica è possibile salire sul ponte della Ciclovia Alpeadria che si affaccia proprio sulla cascata. Si può scendere facilmente anche fino alla pozza della cascata.

Come arrivare: raggiiungere la frazione di Villanova e parcheggiare all’inizio del paese, accanto al bar “Agli amici”. Il cartello che indica il sentiero è proprio lì accanto.

belepeit
Il percorso verso la Cascata Belepeit
beelpeit
Il ponte della ciclovia Alpeadria di fronte alla Cascata Belepeit
Cascata Belepeit
Cascata Belepeit

DOVE MANGIARE

Se non avete voglia o tempo di portarvi il pranzo al sacco, vi consiglio la Trattoria dal Vito a Chiusaforte.

Piatti semplici e tipici all’ombra di una fresca tettoia esterna, ottimi prezzo e servizio cortese. Nonostante il caldo, a me è venuta voglia di salsiccia e polenta, ma ci sono anche pizze, primi e insalate.

trattoria a chiusaforte
trattoria a chiusaforte

Conoscevate già queste cascate? Ne avete viste alcune?

Spero di completare il giro delle altre cascate al più presto, nel frattempo ecco la mappa delle cascate da scaricare per organizzare la vostra visita in autonomia.

Giornalista, blogger e autrice di guide di viaggio, non riesce ad immaginare una vita senza viaggi per scoprire nuovi luoghi e conoscere culture diverse. Ama l'arte, la natura, la fotografia, i libri e il cinema. Appassionata di Balcani e di Europa dell'Est, di Medio Oriente e Sud Est asiatico, spera di riuscire a vedere tutto il mondo possibile.

Rispondi

Le foto dei miei viaggi in tempo reale

Vuoi vedere i luoghi più emozionanti dei miei viaggi quasi in tempo reale? Seguimi su Instagram, dove pubblico le foto più significative dei luoghi in cui mi trovo in quel momento o che ho visitato di recente.

Seguimi su Instagram
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: