Salento: in barca alla scoperta di 5 spiagge imperdibili nei dintorni di Otranto

È la città più a est d’Italia e viene definita spesso la Porta d’Oriente della Penisola: dominata dal castello aragonese dal fato di Punta Palascia (il cui promontorio è il punto più a est in assoluto), Otranto è considerato uno dei borghi più belli non soltanto del Salento e della Puglia, ma anche d’Italia intera. Il fascino del suo centro storico con la cattedrale normanna, le antiche tradizioni che ancora oggi fanno palpitare la cittadina di autenticità, il mare turchese reso ancora più suggestivo dalla costa rocciosa e dai bianchi faraglioni al largo, fanno di questa città una base ideale per visitare uno dei tratti di costa più belli del Salento. Scogliere, grappoli di case, mare color cobalto, grotte e spiagge da sogno: da queste parti c’è tutto quello che serve per un viaggio indimenticabile.

Anche a Otranto c’è una bella spiaggia, ma un viaggio da queste parti sarebbe incompleto senza andare alla scoperta delle calette rocciose e delle baie sabbiose ospitate lungo la costa a nord e a sud di Otranto. In questo articolo vi racconto le 5 spiagge che secondo me sono imperdibili se venite da queste parti, anche se ovviamente ce ne sono moltissime altre.

Scorci magici e spiagge da sogno che sarebbe ancora più bello visitare in barca un mezzo che garantisce un punto di vista originale e, in periodi come quello che stiamo attraversando, anche più sicuro. Al termine del post vi spiego come fare.

porto di otranto
Porto di Otranto
Lungomare di Otranto
Lungomare di Otranto

1. Spiaggia di Torre dell’Orso

La spiaggia a forma di mezzaluna incastonata tra due scogliere di Torre dell’Orso è una delle baie più grandi del Salento, ma visitarla è imprescindibile considerata la sua bellezza, sia per chi ama le spiagge attrezzate sia per chi non vuole rinunciare alla presenza di un mare splendido affacciato su tratti di spiaggia libera. Al largo, le forme dei faraglioni bianchi, come le famose Due Sorelle, vi lasceranno a bocca aperta, mentre vi godete la vostra giornata di relax in uno dei luoghi più affascinanti del Salento. Siamo in provincia di Lecce, in comune di Melendugno, ed è il punto più a nord rispetto a Otranto da cui si può iniziare l’esplorazione di questo bellissimo tratto di costa e di alcune spiagge e baie paradisiache.

In pochi minuti da Torre dell’Orso si raggiunge la cosiddetta Grotta della Poesia, una suggestiva piscina naturale, dove, secondo la leggenda, i poeti venivano a cantare la bellezza di una principessa. Oggi in realtà si trovano soltanto tanti turisti, affascinati dalla bellezza del luogo. Il consiglio è di venirci al mattino per trovare poca gente e lasciarsi ispirare dalla bellezza del luogo e magari trovare i graffiti in latino e in greco che gli antichi naviganti hanno lasciato nelle grotte di questa zona. I celebri faraglioni di Sant’Andrea si trovano poco più a sud.

La spiaggia di Torre dell'Orso
La spiaggia di Torre dell'Orso

2. Spiaggia dei Laghi Alimini

Ancora all’estremità nord troviamo i Laghi Alimini – Grande e Piccolo – due bacini d’acqua incorniciati da pini, ginepri e una ricca vegetazione mediterranea. La spiaggia, ubicata a sud dopo il promontorio di Torre Fiumicelli, in una zona di grande pregio naturalistico a nord di Otranto, si trova proprio di fronte ai laghi e regala un panorama meraviglioso sul mare.

Una lunga striscia di sabbia dorata, ombreggiata dalla pineta, è il luogo ideale per un po’ di relax. Subito alle spalle della costa si trovano i laghi che possono essere la meta di passeggiate ed escursioni. In questa zona vale la pena dare un’occhiata anche alla vegetazione che ospita piante come l’orchidea di palude e la castagna d’acqua. È un’area tenuta ad oasi, dunque perfetta anche per gli amanti dell’avifauna. La spiaggia è in parte libera in parte attrezzata. Il mare è cristallino.

3. Baia dei Turchi

Sabbia bianchissima, acque cristalline del mare Adriatico, ambiente protetto dell’oasi dei Laghi Almini: chi arriva alla Baia dei Turchi, una delle località più note del Salento, si troverà immerso nei colori e nei profumi tipici di quest’angolo di paradiso: dune color ocra, colori pastello del paesaggio, azzurro e blu dalle mille sfumature del mare e verde della pineta della vegetazione mediterranea che caratterizza la zona. Chi ama le immersioni, potrà incontrare le tartarughe di mare.

Il nome deriva da un fatto storico. Proprio su questo tratto di costa, infatti, nel 1480 avvenne lo sbarco della flotta turca che assediò Otranto. La Baia dei Turchi si trova a circa 15 minuti da Otranto. Ci sono sia stabilimenti sia spiaggia libera, ma il consiglio rimane lo stesso, ovvero quello di arrivare presto al mattino per riuscire a trovare posto e a godersi la bellezza della natura.

baia dei turchi
La Baia dei Turchi

4. Baia dell’Orte

Con una scogliera in roccia calcarea e il basso fondale roccioso, a sud di Otranto, sotto il promontorio di Punta Facì, la Baia dell’Orte è uno dei luoghi assolutamente da non perdere. Il mare è turchese e incredibilmente limpido. Il paesaggio è caratterizzato dalle miniere di bauxite che si possono trovare lungo i sentieri e dalle forme del faro di Palascia che si può scorgere in lontananza e che segna il punto più orientale dell’Italia.

La spiaggia è fatta di rocce basse e l’asciugamano va steso tra gli scogli, ma nonostante la piccola scomodità, la baia regala scorci mozzafiato. Chi è stanco di mare, può fare una passeggiata nell’entroterra alla scoperta del laghetto di bauxite. Questo minerale venne estratto fino al 1976 in una cava di quest’area. Dopo l’abbandono dell’attività, si scoprì la presenza di una falda freatica, che ha formato un piccolo laghetto.

baia dell'orte
Baia dell'Orte

5. Porto Badisco

A circa dieci chilometri da Otranto, superato il ripido promontorio di Punta Palascia, Porto Badisco è la destinazione da non perdere per gli appassionati di immersioni e di snorkeling, grazie alla presenza di numerosi e colorati pesci. La spiaggia è una piccola lingua di sabbia dorata, ma in alcuni punti serve fare attenzione alle rocce taglienti. Forse è una delle spiagge meno conosciute di questa zona, nonostante la sua grande bellezza, data in particolare dagli imponenti faraglioni che dominano il mare e dalla vegetazione incontaminata della costa. Tra fichi d’India e mirto, con il rumore del mare come unico sottofondo, lo scenario è da favola e il relax assicurato.

Questo luogo, secondo la leggenda, sarebbe stato, secondo quanto scrive Virgilio, l’approdo di Enea e con questo nome viene ancora identificato su molte mappe. Un altro elemento di interesse di questa zona è la Grotta dei Cervi, la cosiddetta Sistina del Neolitico, ubicata lungo questa baia, è uno dei più importanti siti preistorici d’Europa grazie ai suoi pittogrammi millenari. Sul tratto finale che si apre sul mare trovate l’Antro di Porto Badisco, una grotta sull’acqua.

COME MUOVERSI

Le spiagge del Salento e di questa zona intorno a Otranto si possono raggiungere ovviamente in auto, ma un modo alternativo e perfetto per fuggire alla folla è quello di utilizzare la barca per compiere questo itinerario. In questo modo si possono raggiungere zone incontaminate dove fare il bagno a contatto con la natura, oltre che esplorare in autonomia calette e grotte nascoste, lungo questo splendido tratto di costa.

Per farlo puoi noleggiare una barca ad Otranto e seguire alla perfezione questo itinerario lungo la costa a nord e a sud di Otranto, trascorrendo momenti di relax in queste 5 spiagge imperdibili della costa salentina e scoprendo altri luoghi incantati di una delle coste più belle dell’Italia. La barca è una soluzione perfetta per viaggiare con gli amici o in famiglia, tanto più durante questo periodo in cui la cautela impone di mantenere una certa distanza tra le persone.

Pronti a partire?

otranto
Otranto

in collaborazione con Nautal

Giornalista, blogger e autrice di guide di viaggio, non riesce ad immaginare una vita senza viaggi per scoprire nuovi luoghi e conoscere culture diverse. Ama l'arte, la natura, la fotografia, i libri e il cinema. Appassionata di Balcani e di Europa dell'Est, di Medio Oriente e Sud Est asiatico, spera di riuscire a vedere tutto il mondo possibile.

Rispondi

Le foto dei miei viaggi in tempo reale

Vuoi vedere i luoghi più emozionanti dei miei viaggi quasi in tempo reale? Seguimi su Instagram, dove pubblico le foto più significative dei luoghi in cui mi trovo in quel momento o che ho visitato di recente.

Seguimi su Instagram
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: