Organizzare un viaggio in solitaria: 6 cose da cui partire

Negli ultimi anni si sente sempre più spesso parlare di viaggi in solitaria, ovvero persone che decidono di fare i bagagli e partire completamente soli alla scoperta della destinazione prescelta. Sebbene si tratti di un trend ancora non particolarmente diffuso sta pian piano prendendo piede anche in Italia, coinvolgendo numerosi viaggiatori che decidono di intraprendere questo nuovo genere di avventure.

I motivi possono essere diversi, c’è chi vuole mettersi alla prova e conoscere meglio sé stesso e i propri limiti, altri lo fanno per la sensazione di libertà assoluta che si prova. Per chi però non si sente ancora pronto a stare completamente solo e ma vuole comunque partire senza compagni di viaggio predefiniti, sappiate che è comunque possibile organizzarsi per viaggiare da soli, ma in gruppo. Qualsiasi sia la vostra scelta, vediamo quali sono i punti principali da seguire per organizzare un viaggio perfetto.

Definire tempo a disposizione e budget

Sicuramente si tratta del primo passo da affrontare, in quanto sono proprio il tempo e budget a limitare la scelta delle destinazioni. Se si tratta quindi di un viaggio low cost, magari da fare nel weekend, è meglio optare per una meta vicina a noi, in Italia. Se invece preferite una meta lontana, ponete sempre attenzione alla stagione in cui decidete di partire e al tempo meteorologico.

Scegliere la destinazione e prendere informazioni

Una volta definita la metà si comincia con la vera e propria organizzazione, che prevede una raccolta di informazioni sul luogo che stiamo andando a visitare, i mezzi e gli orari per raggiungerlo, dove alloggiare e naturalmente, cosa vedere. C’è chi preferisce organizzare tutto in loco e chi vuole avere una pianificazione dettagliata tappa per tappa. In questo, caso sta sempre a voi decidere in base alle esperienze passate e il tipo di avventura che volete intraprendere.

Preparare i documenti

Step noioso ma fondamentale, prima di partire è necessario verificare la validità del passaporto, e in caso rinnovarlo, nonché di tutti gli altri documenti. Informatevi bene sulla tipologia di visto di cui avete bisogno e fate in modo di ottenerlo con largo anticipo. Ultimo check da effettuare è quello delle carte di credito, assicurandosi quindi che possano funzionare e siano accettate ovunque decidiamo di andare. Un ultimo consiglio? Procuratevi una copia digitale di tutti i documenti necessari, in modo che ovunque siate non rischierete di avere brutte sorprese.

organizzare viaggio in solitaria
organizzare viaggio in solitaria

Stipulare un’assicurazione

L’assicurazione viene spesso sottovalutata, ma ha un’importanza non indifferente quando si tratta di viaggiare in solitaria, in particolare fuori Europa. Assicurazioni proposte da agenzie specializzate, si prenda ad esempio Helvetia, potranno infatti aiutarvi in ogni momento e in diverse occorrenze che possono andare dalla perdita del bagaglio all’assistenza medica. Se infatti pensate che ritrovarsi in un paese straniero senza il proprio zaino o la propria valigia possa essere spiacevole, è sempre bene ricordare anche che molte nazioni estere non prevedono l’assistenza sanitaria gratuita e, qualora ne necessitiate, sarete costretti a pagare ingenti somme che avreste altrimenti potuto risparmiare.

Programmare l’itinerario nel dettaglio

La pianificazione dell’itinerario è molto personale, in questa fase è sempre meglio tener conto delle proprie possibilità e dei propri limiti, senza copiare a tavolino viaggi intrapresi da qualcun altro. Valutate bene le distanze tra una tappa e l’altra insieme a come, quando e con che mezzi spostarvi. Attenzione a non dimenticare anche di tenere in considerazione la distanza del vostro alloggio dal centro o dalla zona di vostro interesse: a volte è meglio spendere di più per alloggiare in centro e risparmiare in mezzi e in energia per spostarsi!

Scegliere tra zaino e valigia

La scelta dipende esclusivamente dalla tipologia di viaggio che andrete ad effettuare e dal tipo di viaggiatori che siete. I viaggi on the road in l’Europa si addicono molto bene allo zaino, che è versatile e comodo da portarsi in giro. Se invece si tratta di una vacanza al mare e avete intenzione di alloggiare in un unico hotel, la valigia è senz’altro l’opzione più comoda.

Ecco quindi i consigli principali per organizzare un viaggio in solitaria: non resta che fare i bagagli e partire!

Giornalista, blogger e autrice di guide di viaggio, non riesce ad immaginare una vita senza viaggi per scoprire nuovi luoghi e conoscere culture diverse. Ama l'arte, la natura, la fotografia, i libri e il cinema. Appassionata di Balcani e di Europa dell'Est, di Medio Oriente e Sud Est asiatico, spera di riuscire a vedere tutto il mondo possibile.

Rispondi

Le foto dei miei viaggi in tempo reale

Vuoi vedere i luoghi più emozionanti dei miei viaggi quasi in tempo reale? Seguimi su Instagram, dove pubblico le foto più significative dei luoghi in cui mi trovo in quel momento o che ho visitato di recente.

Seguimi su Instagram
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: